FERRINO HIGH LAB 2014: un week end ad altissima quota, via dalla pazza folla!

 

 Amate stare a contatto con la natura, ma una natura “estrema”, dove confrontarsi con i propri limiti e vivere esperienze indimenticabili?

 A  questi irrinunciabili sognatori che vogliono mettersi alla prova Ferrino propone un’avventura unica:  dormire in una tenda a 4.000 metri di quotaa 3.585 metri, sul versante valdostano del Monte Rosa, dove  da vent’anni è in funzione il laboratorio più alto d’Italia, l’high-lab della Ferrino, leader dell’outdoor di montagna – e non solo – con 144 anni di storia. Quasi come vivere  un’esperienza sull’Himalaya, in un week end che non si dimenticherà, diverso dai soliti viaggi organizzati e dalle spiagge affollate!

 Un turbinio di radiazioni ultraviolette shackerate da temperature polari e venti gelidi e sferzanti per immergersi appieno nelle vere condizioni di natura estrema, l’habitat ideale nel quale s’immergono gli scalatori di vette.

 In collaborazione con il rifugio Quintino Sella al Felik, Ferrino offre la possibilità a chiunque di vivere una vera esperienza di vita-vissuta in un campo base, in condizioni estreme, potendo contribuire con il proprio feedback al miglioramento dei materiali.

Godere dell’alba ed del tramonto da una nuova prospettiva, vedere le montagne cambiare colore, dal rosa al bianco accecante al rosso fuoco, ascoltare il rumore assordante del  silenzio, impadronirsi dell’infinito frastagliato dalle creste montuose delle Alpi, avvolgersi in un mare di nubi.COLLE EST

          INFO PRATICHE:

Il Rifugio Quintino Sella al Felik si trova sul versante italiano del massiccio del Monte Rosa, a 3.585 metri di altitudine. E’ meta di una suggestiva escursione che si snoda attraverso la Valle di Gressoney o quella di Ayas.

Rappresenta il punto di partenza per l’ascesa al Castore, uno dei 4000 più accessibili delle Alpi, nonchè tappa cruciale per il Tour del Monte Rosa, che attraversa l’intera catena in alta quota, per la salita al Lyskamm Occidentale e per la traversata al Lyskamm Orientale.

Come arrivare al rifugio:

Il principale accesso al rifugio è la Valle di Gressoney, Valle d’Aosta. Da Stafal un servizio di impianti funiviari sale al Colle Bettaforca, 2.670 mt, a circa 3 ore dal rifugio. È possibile accedere al rifugio anche dalla Val d’Ayas usufruendo di un servizio di fuoristrada per raggiungere il Colle Bettaforca oppure con una camminata di circa 6 ore.

Contatti ed informazioni:

E-mail: info@rifugioquintinosella.com Telefono: +39 0125 366113 / GSM +39 348 8107793 Prenotazioni: da effettuarsi sul sito web del rifugio al seguente indirizzo http://www.rifugioquintinosella.com/prenotazione.asp GPS: 45°54’03.8″N 7°47’33.9″E

By | 2016-12-29T11:12:49+00:00 luglio 2014|Destinazioni, Europa, Montagna, News, Proposte, Suggeriti, tour operator|